IL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO

Il Parco nazionale del Gargano conosciuto anche come lo “sperone d’Italia” o “Montagna del Sole” è il promontorio di roccia carsica, della Puglia, che si allunga verso il mare adriatico.

Il Parco nazionale del Gargano, con oltre 2000 chilometri quadrati di superficie offre panorami e bellezze molto vari e tutti da scoprire, dalle coste che alternano spiagge di sabbia e scogliere, all’entroterra collinare (con monti che raggiungono i 1000 metri), ad antiche e belle cittadine.
Nel complesso, il  Parco nazionale del Gargano, ha un paesaggio tipicamente mediterraneo, con uliveti e agrumeti che scendono dolcemente verso il mare e montagne che si tuffano a picco in uno dei mari più belli d’Italia.
Il Gargano è un compendio di natura, il sole che splende per tutto l’anno, il mare ancora incontaminato, le foreste, le pinete odorose, il vento e le onde marine modellando la pietra carsica della costa, hanno creato veri capolavori di natura quali grotte, faraglioni, baie, insenature che si susseguono lungo tutta la costiera rocciosa, i sapori genuini di una gastronomia di antiche e nobili origini che tramanda la antica sapienza di utilizzare la terra e il mare per trarne nutrimento.

Il Parco nazionale del Gargano

Il Parco nazionale del Gargano

Il Parco Nazionale del Gargano costituisce, dal punto di vista biologico, un’isola, separata dal resto della penisola dalla piana del Tavoliere delle Puglie. Di natura calcarea, è ricco di forme carsiche, come grotte e doline. In origine ll promontorio era completamente coperto da foreste, ormai ridotte a circa il 15 per cento della superficie originaria, tra cui va segnalata la Foresta Umbra.

Gargano paradiso della Puglia – Filmato YOU TUBE

 

 

 

Il parco tutela una eccezionale concentrazione di habitat diversi, che vanno dalle coste alte e rocciose, ai valloni caldi del versante meridionale, ricchi di specie rare ed endemiche di piante ed animali, alle faggete centrali situate ad una quota (300 m s.l.m.) assai più bassa del normale (circa 1000 m s.l.m.) e ricche di esemplari plurisecolari, alle pinete mediterranee di pino d’Aleppo, anch’esso presente con esemplari di oltre 500 anni di età. Dal punto di vista faunistico l’eccezionalità del promontorio é data dalla presenza, ad esempio, del capriolo (uno dei pochissimi nuclei autoctoni presenti nel paese) o delle specie di picchi (rosso maggiore, mezzano, minore, di Lilford, gli ultimi due assai rari e localizzati, presenti in Italia unicamente all’interno di aree protette) che sottolineano il valore naturalistico delle foreste.

 

Video Speciale Peschici

February 2, 2010 | in Il Gargano | by Residence Gargano Liberato | 0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.